Harry Potter e la storia che si poteva evitare

Buonasera bookaddicted,

è un afoso pomeriggio di Agosto e io, anziché andare al mare, ho deciso di restare a casa a studiare. Quindi, ovviamente, ho ben pensato di scrivere questo post per esprimere tutti i miei sentimenti nei confronti dell’ultimo libro che ho letto: HP and the cursed child.

harry-potter-8-351x540

Farò alcune premesse così da farti capire meglio che cosa ho pensato e provato durante questa lettura. Sei pronto?

  1. Io questo libro lo volevo, TANTO. Lo volevo così tanto da averlo comprato in prevendita (pre-ordinato) il freaking 23 Febbraio scorso. Comprendi quanto lo desiderassi??
    Lo volevo immediatamente dopo la sua uscita, in modo da poterlo divorare.
  2. Sono abituata a leggere opere teatrali e, per quanto la rappresentazione sarà sempre migliore del testo scritto, ero fiduciosa di poterlo apprezzare senza grosse difficoltà, tenendo presente che un romanzo e una play sono cose ben diverse.
  3. Purtroppo, ho potuto leggerlo solo il 16 Agosto perché il sito dal quale l’avevo comprato (BookDepository) me l’ha spedito con tre giorni di ritardo (brutti balordi..) e questa azienda utilizza la spedizione postale (my fault, avrei dovuto immaginare che RoyalMail+PosteItaliane avrebbe comportato un’attesa di 8 giorni). Se a questo aggiungiamo vari giorni non lavorativi (2 weekend e il Ferragosto) capisci quanto cavolo ho dovuto aspettare.
  4. In queste due settimane di attesa ho dovuto evitare spoiler a più non posso, ma purtroppo non ho potuto fare a meno di leggere commenti negativi e delusi.

Al ché, quando il mio amato postino mi ha messo fra il mani il pacco, l’ho scartato di corsa e l’ho divorato. E sai cosa ho trovato scritto tra quelle pagine?
Una trama mal sviluppata all’interno del quale operavano fantocci privi di personalità che non hanno fatto altro che rivangare i “bei vecchi tempi” senza apportare nulla di costruttivo o anche semplicemente  nuovo alla saga.

IMG_20160820_170506
La mia copia

Quest’opera è semplicemente una rivisitazione del Calice di Fuoco.. 19 anni dopo, quindi con i protagonisti della new generation.
Il vero protagonista è Albus Severus Potter e la sua caratterizzazione è la seguente: è l’opposto di Harry.
Il side kick è Scoripius (figlio  di Malfoy) che è l’opposto del padre: non è l’arcinemico, ma bensì il migliore amico di Albus.
Rose Weasley-Granger  è -l’avete capita la solfa?- il contrario dei genitori: superficiale, apparente e odiosa.
[James ha mezza battuta, quindi non ci interessa, non abbiamo idea di chi sia.]

Ora, il nostro Al, non si capisce perché, decide che vuole fare una cosa molto stupida: tornare indietro nel tempo per risuscitare Cedric Diggory [grazie ad una Giratempo superfiga che hanno creato di nascosto (?)]. Perché? Perché non è giusto che sia morto. Seriusly?  Di tutta le gente che poteva salvare va a pescare quello che di sua spontanea volontà aveva messo a rischio la propria vita per provare il suo valore?
A quanto pare sì.
Ma non importa… non continuo con la trama che rimane comunque insulsa e piena di buchi e di escamotage scemi. Ti basti sapere che Al e Scorpius giocano un po’ col tempo, fanno parecchi danni e si devono far aiutare dalla old generation. Poi provano a fare la cosa giusta, molto ingenuamente, creano un casino ancora maggiore e si devono far aiutare dai genitori. Di nuovo.

Ok. La trama è un po’ meh. Però se non sai come va a finire, l’opera crea quel po’ di suspence che te la rende un po’ godibile.
Ma parliamo dei personaggi.
NON HANNO CARATTERIZZAZIONE
Ho letteralmente dovuto immaginare (aiutandomi coi ricordi) il carattere e il modo di ragionare del nostro trio, mentre i nuovi personaggi mi sono rimasti piatti come una tavola da surf. Non si capisce cosa pensano, cosa provano, le motivazioni dietro le loro azioni. Sono dei fantocci che fanno quello che l’autore ha deciso che faranno senza dare spiegazione o fermarsi a pensare al perché lo fanno. NO NO NO. Pessimo.

Un’altra cosa che mi ha dato fastidio è il continuo richiamo a spunti e snodi dei vecchi libri: non è verosimile che due ragazzini di 14 anni sappiano per filo e per segno (come noi lettori) la vita dei loro genitori di quasi mezzo secolo fa, soprattutto considerati i cattivi rapporti tra questi e il disprezzo per le conseguenze di quello che hanno fatto.

Infine, i personaggi secondari. Hanno fatto sbucare dal nulla gente morta solo perché sapevano che i fan avrebbero amato (o avrebbero amato odiare) il ritorno di fiamma di questi elementi, che sono stati fondamentali nella saga di Harry ma che sono totalmente inutili in quest’ultimo libro.

Spoiler alert: se non volete spoiler NON CONTINUATE. Ciao ciao.

Per quanto riguarda Delphini e il suo background, posso solo dire che è stato più in modo per chiudere il cerchio, mostrare le vite dei figli di tutti, altrimenti non avrebbe senso la sua esistenza. Suo padre non ha mai mostrato inclinazioni verso i bambini né tanto meno verso la ricerca di donne / piaceri carnali. No, a lui interessava solo il potere, l’essere venerato, l’avere il controllo sugli altri, sia fisico che psicologico. Quindi che l’abbiano fatto accoppiare con Bellatrix non ha senso, secondo me.

Okay, questi erano un po’ in generale i miei pensieri su questa Fanficton Canon. Tu cosa ne pensi? Hai la mia stessa opinione o il libro ti è piaciuto?
Se invece non l’hai letto ancora, sei curioso di sapere se ho esagerato con le critiche oppure non hai interesse a scoprirlo?
Scrivi sotto così potremo parlarne insieme.

Per il momento vado a prepararmi per uscire, buona serata.
Keep reading, O.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...